Convegni

1. Enrico Grandesso è partito, per quanto riguarda questo settore di attività, “in grande”: la prima iniziativa da lui organizzata, col suo Maestro Gualtiero De Santi (ordinario di Letterature Comparate presso l’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”) e con l’Ateneo urbinate, è stato il convegno internazionale di studi Clemente Rebora nella cultura italiana ed europea, svoltosi a Rovereto dal 3 al 5 ottobre 1991 e che è risultato fondamentale nella riscoperta critica dell’opera del poeta milanese. (Al simposio, ha inoltre svolto un intervento con un raffronto tra la poesia di Rebora e quella del primo T.S.Eliot).

  Comitato d’Onore del convegno: Attilio Bertolucci, Carlo Bo, Franco Fortini, Mario Luzi, Paolo Volponi, Andrea Zanzotto. Vi hanno partecipato studiosi delle Università di: Urbino, Venezia, Padova, Milano, Torino, Bologna, Firenze, Siena, Tuscia, Lecce, Trento, Ginevra, Augsburg, Swansea (U.K.), Columbia (U.S.A.) e componenti dell’Accademia roveretana degli Agiati e della Gumley House School (London). Tra i relatori: Carlo Bo, Oreste Macrì, Giuseppe Nava, Margherita Marchione, Giovanni Raboni, Sadi Marhaba, Donato Valli, Gianni Scalia, Maura Del Serra, Carlo Carena.

  Gli Atti, che portano il medesimo titolo del simposio, sono usciti a fine 1993 a cura di Giuseppe Beschin, Gualtiero De Santi ed Enrico Grandesso, per i tipi degli Editori Riuniti. Risultano a tutt’oggi il volume saggistico più ampio sull’opera reboriana

  Il convegno ha avuto un grande successo di pubblico e di critica e oltre 100 riscontri-stampa (singoli o plurimi), su quotidiani e periodici, radio-TV e riviste di cultura. Il volume degli atti ha avuto circa 70 tra segnalazioni e recensioni, su testate giornalistiche e su riviste di cultura.

 

2. Ha organizzato, sempre con Gualtiero De Santi una serie di altri convegni di studi su Rebora, svoltisi a Rovereto (1998), Recanati (1999), Borgomanero (2000) e Trento (2004). Tra i partecipanti: Pietro Gibellini, Franco Loi, Donato Valli, Umberto Piersanti, Alberto Folin, Fabio Finotti, Attilio Bettinzoli, Guido Guglielmi, Franco Lanza, Mario Luzi. Gli Atti, pubblicati per Marsilio, hanno costituito parte della collana dei “Nuovi Quaderni Reboriani”, uscita finora in cinque volumi tra il 1999 e il 2008, in un'ideale ripresa degli originali “Quaderni reboriani” di Scheiwiller (1959-68).

 

Quindi, tra altre iniziative:

 3. il convegno nazionale di studi Poesia e testimonianza. David Maria Turoldo, svoltosi  a Camposampiero [Padova] dal 14 al 16 maggio 1993, a poco più di un anno dalla morte del poeta. Tra i partecipanti: Fernando Bandini, Giovanni Cristini, Ferruccio Ulivi, Ermanno Ancona, Giorgio Lago, Mario Rigoni Stern. Il volume degli Atti, Testimonianza e poesia. David Maria Turoldo (a cura di Armando Fiscon ed Enrico Grandesso), Camposampiero, Edizioni del noce, 1993, contiene 23 interventi ed è  stato presentato in prima mondiale il 18 novembre 1993 al seminario: “Ars Poetica: a Homage to David Maria Turoldo”, svoltosi all’Hunter College di New York.

 4. il convegno nazionale di studi Il verso mai scritto. La poesia di Bino Rebellato, Cittadella - Campese di Bassano del Grappa, 8 ottobre 2005. Svoltosi a un anno dalla scomparsa del noto poeta ed editore veneto, il convegno ha ricevuto una medaglia come riconoscimento della Presidenza della Repubblica Italiana ed è risultato, a tutt’oggi, l’iniziativa più importante per ricordare una delle maggiori personalità della poesia e della cultura veneta del ‘900. Tra i partecipanti: Gualtiero De Santi, Giuseppe Colangelo, Giorgio Bernardi Perini, Michele Sovente, Gina Zanon. Gli Atti, usciti nel volume Il verso mai scritto. La poesia di Bino Rebellato, a cura di Otello Fabris ed Enrico Grandesso, Rovereto, Nicolodi, 2006, sono stati presentati in prima nazionale l’11 ottobre 2006 nella Sala Consiliare della Provincia di Padova e, in seguito, a Bassano del Grappa, Camposampiero, Trento e all'Università degli studi di Urbino "Carlo Bo". Il comune di Cittadella, da par suo, con la finezza e la signorilità che lo contraddistingue, non ha mai invitato i curatori a presentare gli Atti.

 5. Due convegni nazionali di studi sul tema del viaggio, svoltisi a Camposampiero nei mesi di ottobre 2008 e 2009 (Atti usciti col titolo Storie e voci di viaggio dall'Ottocento ad oggi, a cura di E. Grandesso e C. Toniato, Limena, La linea editrice, 2010) e altri due convegni di studi su aspetti dell'universo femminile nella cultura e nella storia dell'epoca moderna: Donna letteratura mondo del lavoro (Camposampiero, 21-22 ottobre 2010).e La donna e il sogno (Schio-Camposampiero, 14-15 ottobre 2011).  Gli atti di questi ultimi due convegni sono usciti l'8 marzo 2012, col titolo La donna il lavoro il sogno, a cura di Enrico Grandesso e Carlo Toniato, per le edizioni Egon di Rovereto. I due libri hanno avuto complessivamente 28 presentazioni: tra le varie sedi si citano, oltre a Camposampiero e Schio, Padova, Castelfranco Veneto, Caorle, Trento, Moena di Fassa e Carisolo. Un nuovo evento convegnistico si è tenuto, nella stessa cittadina, il 28 marzo 2015, in una Sala Filarmonica gremita all'inverosimile di pubblico (tra cui alcune classi dell locale I.I.S. "Newton): Echi della grande guerra. Relatori Gianpaolo Romanato, Nadia Scappini ed Enrico Grandesso, letture di Federico Pinaffo (vedasi le due ultime foto in basso).  

 

 

 

   convegni 01     convegni 02     voci di viaggio

   convegni03     convegni 04     convegni06

   convegni 07     convegni 05     donna e sogno

      

Copyright© Enrico Grandesso. Tutti i diritti riservati.

 

Enricograndesso.it utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI